venerdì 17 febbraio 2017

Aria nuova in A.C.

Nominato il Presidente Diocesano per il triennio 2017/2020!


Dopo l'assemblea della scorsa domenica 12 febbraio alla domus San Giuliano, con grande tempestività il vescovo Nazareno Marconi ha nominato il nuovo Presidente Diocesano di Azione Cattolica di Macerata, scegliendo tra la terna di nominativi indicati dal consiglio diocesano appena eletto.
Si tratta di Francesco Garbuglia dell'associazione parrocchiale San Francesco di Recanati.
Nato il 13 ottobre 1989 è attualmente impegnato come ricercatore presso la facoltà di ingegneria meccanica dell'Università Politecnica delle Marche.
Da sempre attivissimo nell'associazione, ha già ricoperto, nonostante la sua giovane età, diversi importanti incarichi, tra cui, da ultimo, quello di responsabile diocesano dell'Azione Cattolica dei Ragazzi nel triennio 2011/2014.
Il bel clima di novità e fraterna condivisione, emerso dai lavori assembleari, sembra aver così trovato la sua manifestazione più evidente, come ha voluto rimarcare mons. Marconi nella lettera di nomina con parole di incoraggiamento e vicinanza che hanno tutto uno speciale sapore programmatico "... non temere di affrontare con coraggio ed inventiva questo servizio che abbiamo davanti".
Grazie Francesco e buon lavoro a te e a tutta l'associazione!

domenica 12 febbraio 2017

In cammino!

Conclusa la XVI assemblea diocesana.

Si è da poco conclusa la XVI assemblea diocesana elettiva di Azione Cattolica. 
Non uno sterile esercizio di democrazia rappresentativa ma la riaffermazione della piena validità di quella scelta democratica che, insieme alla scelta religiosa, l'associazione che fu del presidente Vittorio Bachelet, di cui oggi, in quello che non può certo essere un caso, ricorre l'anniversario della morte per mano delle brigate rosse, scelse come propri pilastri all'indomani del Concilio.
Tutto sempre nel clima fraterno che si può respirare solo nelle famiglie, in cui si può festeggiare il compleanno del vescovo con una torta di compleanno e gli auguri cantati intorno ad una tavola apparecchiata, esprimendo tutta la gratitudine per quanti, a cominciare dal presidente diocesano uscente, Roberto Serrani, hanno custodito questo dono per tutta la comunità ecclesiale e civile diocesana.
Questi i nomi dei nuovi consiglieri:
Settore ADULTI - Baroncia Simone, Canullo Federico, Cetraro Marco, Monteverde Antonella, Pistilli Anna, Rinaldi Marina;
Settore GIOVANI: Biagioli Emanuele, Carcia Ludovica, Cimarelli Irene, Garbuglia Francesco, Maccari Maria Cristina, Tacconi Roberta;
ACR: Angelelli Daniele, Garbuglia Caterina, Spreca Lucia, Palermo Matteo, Tarulli Maria Chiara, Tarducci Elisa.
A tutti buon cammino!!

lunedì 6 febbraio 2017

Oggi serve la speranza

L'incontro con il presidente nazionale Matteo Truffelli a Tolentino
di Roberto Serrani

Carissimi,
ricominciare, senza perdere la capacità di sognare, sognare il riprendersi, avere il coraggio di sognare una volta in più. Queste sono le cose che più hanno toccato il cuore delle due testimonianze, e per questo ho voluto prendere le vostre parole per farle mie, perché nella vostra situazione il peggio che si può fare è fare un sermone, il peggio”: così si è espresso papa Francesco nell’udienza del 5 gennaio alle popolazioni colpite dal sisma.
A distanza di un mese dalle parole del Papa il presidente nazionale dell’Azione Cattolica Italiana, Matteo Truffelli, accogliendo un invito fatto dall’AC diocesana, accompagnato da altri membri della presidenza nazionale verrà in visita nelle nostre zone, così fortemente colpite dal terremoto. Sarà un momento di incontro, di ascolto della testimonianza di chi ha visto sconvolta la propria quotidianità e di speranza, alla luce della fede.
L'appuntamento è previsto per giovedì 9 febbraio alle ore 19.30 presso la parrocchia ‘Santa Famiglia’ di Tolentino, per permettere alla delegazione di proseguire, alle 21.00, alla volta di Castelraimondo, per incontrare anche gli amici dell'arcidiocesi di Camerino-San Severino. Tolentino è stata scelta perché è la città della nostra diocesi maggiormente colpita dal terremoto del 30 ottobre scorso e la visita è un omaggio a chi, nonostante le difficoltà, non si è arreso davanti alla ‘catastrofe’ e continua a nutrire speranza, in quanto ‘circondati dalla gioia’. Infatti, l’Azione Cattolica ha promosso alcuni gemellaggi e proprio la parrocchia ‘Santa Famiglia’ è stata protagonista, in occasione dell'assemblea parrocchiale, di un incontro con l’AC di Cassano d’Adda.
Già precedentemente il presidente Truffelli aveva affermato: “Misericordia è anche desiderio di essere misericordiosi, di aprire il nostro cuore alla vita delle persone, di farci vicini alla vita di ciascuno, di chi ci è accanto… Misericordia è essere consapevoli che le grandi questioni, i grandi problemi, che sembrano passarci sopra la testa, in realtà non ci passano sopra la testa, ma hanno volti, nomi, storie concrete, che sono storie di persone che vivono anche accanto a noi, nelle nostre strade, nei nostri quartieri, nelle nostre città”.
E' un bel gesto di attenzione e chiediamo a quanti possono di essere presenti non solo per accogliere gli ospiti ma soprattutto per essere vicini a quanti si trovano in difficoltà.
Non possiamo mancare.
La presidenza diocesana di Azione Cattolica

sabato 4 febbraio 2017

Fare nuove tutte le cose

L'AC diocesana verso la XVI assemblea elettiva
di Roberto Serrani

Carissimi,
in queste settimane si stanno svolgendo nelle varie parrocchie le assemblee elettive per il rinnovo delle cariche associative.
Come presidenza diocesana siamo vicini a questo importante e delicato momento che segna uno dei pilastri della vita in Azione Cattolica: la corresponsabilità da parte di tutti gli aderenti nella scelta di chi si assumerà, per un triennio, un servizio non solo per l'associazione ma per la comunità tutta.
Successivamente, nello spirito della democrazia rappresentativa, è la volta dell'assemblea diocesana, in cui si eleggeranno i prossimi consiglieri. 
Non ultimo, in quella sede è possibile fare un bilancio del triennio passato e dare indicazioni per il futuro, alla luce della bozza del documento del Consiglio Nazionale di AC "Fare nuove tutte le cose", che si allega.
Pertanto, tutti gli associati sono invitati a partecipare all'assemblea diocesana elettiva che si terrà, come da agenda,
DOMENICA 12 FEBBRAIO 2017
dalle ore 9,30 presso la sala rossa della Domus San Giuliano di Macerata.
In allegato il volantino con il programma della giornata. Si raccomanda la prenotazione per il pranzo entro domenica 5 febbraio.
Vi invitiamo ad essere tutti presenti a questo momento di ascolto reciproco e partecipazione attiva alla vita dell'AC, soprattutto coloro che hanno la responsabilità, con il proprio voto, di scegliere il consiglio diocesano per gli anni 2017-2020.
Vi aspettiamo con gioia e fiducia.
La presidenza diocesana di AC

lunedì 23 gennaio 2017

La violenza dell'indifferenza

Anche quest'anno in marcia per la pace da Recanati a Loreto.
di Simone Baroncia

Come ormai accade da 17 anni sabato 28 gennaio i pellegrini della pace si metteranno di nuovo in marcia da Recanati a Loreto, nonostante le difficoltà non solo meteorologiche.
Il ritrovo è alla parrocchia ‘Cristo Redentore’ di Recanati alle ore 17.00 con la testimonianza delle famiglie di Aleppo e lungo la strada dei sindaci colpiti dal terremoto. La conclusione avverrà nel piazzale antistante la basilica con la lettura della preghiera di Ernesto Olivero.
Il tema della marcia è il messaggio di papa Francesco per la giornata mondiale della pace, "La nonviolenza: stile di una politica per la pace" in cui riprende le parole che il beato papa Paolo VI scrisse nel primo messaggio, rivolgendosi a tutti i popoli: “La proposta di dedicare alla Pace il primo giorno dell’anno nuovo non intende perciò qualificarsi come esclusivamente nostra, religiosa cioè cattolica; essa vorrebbe incontrare l’adesione di tutti i veri amici della pace, come fosse iniziativa loro propria, ed esprimersi in libere forme, congeniali all’indole particolare di quanti avvertono quanto bella e quanto importante sia la consonanza d’ogni voce nel mondo per l’esaltazione di questo bene primario, che è la pace, nel vario concerto della moderna umanità. La Chiesa cattolica, con intenzione di servizio e di esempio, vuole semplicemente ‘lanciare l’idea’, nella speranza ch’essa raccolga non solo il più largo consenso del mondo civile, ma che tale idea trovi dappertutto promotori molteplici, abili e validi a imprimere nella ‘Giornata della Pace’, da celebrarsi

mercoledì 18 gennaio 2017

Minori e media: vigilare per educare

La Rete per l'Educazione incontra don Fortunato Di Noto

Il secondo incontro dell'undicesimo ciclo di appuntamenti formativi per educatori, catechisti e genitori sull'educazione, organizzato anche quest'anno dalla Rete per l'Educazione, di cui l'A.C. fa convintamente parte, vedrà l'intervento di don Fortunato Di Noto (leggi l'intervista su Famiglia Cristiana), presidente e fondatore dell'associazione "Meter Onlus", da anni impegnata a salvaguardare e i bambini e la loro innocenza e nel contrasto della pedofilia e degli abusi all'infanzia.
"Meter" è una parola greca che significa "accoglienza, grembo" e, in senso lato, "protezione, accompagnamento"; il nome dell'associazione nasce quindi dall'esigenza di radicare e promuovere la cultura dei diritti dell'infanzia nelle realtà ecclesiali e non.
Con don Fortunato, a partire dal suo punto di vista privilegiato, si cercherà di riflettere sul modo più corretto di far avvicinare bambini e ragazzi al mondo dei social media.
Non mancate allora venerdì 27 gennaio, alle ore 21,15 presso la sala convegni della parrocchia Buon Pastore e ... passate voce!

sabato 24 dicembre 2016

Davvero un buon Natale!

Gli angeli sulla grotta di Betlemme invocavano la pace per tutti gli uomini, perché Egli ci ama! 
Sappiamo benissimo quanto bisogno abbiamo di pace: nel mondo, nelle nostre case e, forse ancor più intensamente, nei nostri cuori. Gli eventi dei mesi scorsi ancora pesano sulle nostre comunità e, per molti, anche sulla vita quotidiana.
Prendiamo esempio da Maria, forse anche lei non si aspettava un "Natale" come quello eppure da quel giorno, da quell'incomprensibile "ecco, concepirai un figlio, lo darai alla luce e lo chiamerai Gesù" siamo diventati anche noi figli suoi.
Perciò un augurio sincero di un Natale pieno della gioia dei figli e di un nuovo anno ricco di speranza.

La presidenza diocesana di AC