mercoledì 15 marzo 2017

Dio del cielo vienimi a cercare

Omaggio a Fabrizio De André, uomo in ricerca.

L'11 gennaio 1999 moriva a Milano Fabrizio De André. Cantautore eclettico e, per certi versi, vera icona di un'intera stagione della musica italiana.
La sua produzione, ispirata da una sincera passione per l'umano, a partire proprio dai più piccoli e più fragili, ha da sempre affascinato chi non si accontenta di ruoli secondari sulla scena del mondo e, in generale, contribuito a stimolare la riflessione culturale, spirituale e civile del nostro paese, tanto da far trovare posto ad alcune sue canzoni in molte antologie letterarie della nostra scuola.
Anche per questo, il gruppo FUCI "Leopoldo Elia" di Macerata e la presidenza diocesana di Azione Cattolica hanno voluto proporre quello che non vuole essere un tributo, ma un autentico momento condiviso di riflessione sulla ricerca esistenziale dell'artista genovese, quanto mai attuale in questo nostro tempo, sempre più avaro di occasioni di discernimento personale e comunitario.
L'occasione è giovedì 23 marzo, alle ore 21:15, presso la sala convegni dell'Hotel Claudiani, in vicolo Ulissi 8 a Macerata, dove guidati da Salvatore Miscio, professore all'I.S.S.R. di Foggia e ricercatore presso la Facoltà Teologia Pugliese, autore del libro "Dio del cielo vienimi a cercare" (ed. AVE - Roma - 2016), e con il contributo del coro Solidalcanto di

lunedì 13 marzo 2017

Rallegratevi ed esultate!

Tornano gli esercizi spirituali al monastero San Giuseppe di Pollenza.

Com'è ormai tradizione all'inizio della Quaresima, la presidenza diocesana di A.C. propone l'esperienza degli esercizi spirituali, come occasione di discernimento personale e comunitario in vista della Pasqua.
L'appuntamento, fissato per il fine settimana del 17-19 marzo, a partire da venerdì 17 alle ore 19:00 per concludersi con il pranzo di domenica 19, è di nuovo presso la casa del monastero San Giuseppe delle clarisse di Pollenza e vedrà la guida di don Giordano Trapasso, assistente regionale di Azione Cattolica, che proporrà riflessioni a partire dal brano icona dell'anno associativo, sulle Beatitudini.
Il costo dell'intero soggiorno è di 65 euro. Certamente è bene partecipare all'intera esperienza ma chi non può farlo può comunque aderire solo a parte dell'iniziativa, prenotando comunque i pasti che intende consumare al costo di 12 euro ciascuno.
Le prenotazioni possono essere fatte, entro mercoledì 15 marzo, telefonando a Simone Baroncia 3470450631 o a Federico Canullo 3387869731, oppure inviando una e.mail all'indirizzo acmacerata@alice.it.

sabato 4 marzo 2017

Nominato il nuovo assistente generale dell'Azione Cattolica

È Gualtiero Sigismondi, vescovo di Foligno.


Papa Francesco ha nominato S. E. mons. Gualtiero Sigismondi, vescovo di Foligno, quale Assistente ecclesiastico generale dell’Azione Cattolica Italiana in sostituzione di mons. Mansueto Bianco tornato prematuramente alla casa del Padre. 
La felice notizia giunge in vista di appuntamenti importanti: i lavori della XVI Assemblea nazionale dell’Ac (28 aprile - 1 maggio) e l’Incontro del popolo di Azione Cattolica con papa Francesco in Piazza San Pietro il prossimo 29 aprile, inizio straordinario delle celebrazioni per i 150 anni dell’Associazione.
Nelle prime parole, insieme al saluto affettuoso alla presidenza nazionale e a tutti gli aderenti, quello che si può percepire come un contributo non di circostanza al cammino che tutta l'associazione sta compiendo verso la celebrazione dei 150 anni il prossimo 29 aprile in piazza San Pietro:"Per un misterioso accordo di circostanze e di eventi, intraprendo questo cammino alla vigilia della XVI Assemblea nazionale, all’inizio delle celebrazioni per il 150° anniversario di fondazione dell’Azione Cattolica Italiana che, sempre, ha trovato nella Chiesa la sua casa e ha cercato nel mondo la sua strada. La casa e la strada sembrano escludersi; in realtà, in questo particolare aspetto si scopre la vocazione dell’AC: un’Associazione impegnata a intrecciare in maniera così stretta, da essere inestricabile, il Vangelo e la vita; un’Associazione chiamata a “intercettare in ogni dimensione umana un’attesa che la speranza cristiana ha il compito di allargare”; un’Associazione che, per il suo radicamento popolare e con la sua passione educativa, favorisce la scoperta dello stile sinodale e promuove una partecipazione vigile alla vita civile."

lunedì 27 febbraio 2017

Il mormorio del silenzio

Appuntamento con la Lectio Divina.

Domenica 5 marzo, prima domenica di Quaresima, alle ore 16 presso la parrocchia dell’Immacolata a Macerata l’Azione Cattolica diocesana invita alla lectio divina, tenuta da padre Giovanni Frigerio, monaco cistercense dell’Abbazia di Fiastra, che ci guiderà all’ascolto della Parola di Dio, attraverso la lettura del brano tratto dal Primo libro dei Re, continuazione del brano meditato nel periodo di Avvento: “Ed ecco che il Signore passò. Ci fu un vento impetuoso e gagliardo da spaccare i monti e spezzare le rocce davanti al Signore, ma il Signore non era nel vento. Dopo il vento, un terremoto, ma il Signore non era nel terremoto. Dopo il terremoto, un fuoco, ma il Signore non era nel fuoco. Dopo il fuoco, il sussurro di una brezza leggera. Come l’udì, Elia si coprì il volto con il mantello, uscì e si fermò all'ingresso della caverna”. 
La lectio divina che l’Azione Cattolica diocesana propone durante i ‘momenti forti’ del calendario liturgico è occasione preziosa per rafforzare la conoscenza della Parola di Dio, che rende la vita quotidiana più ‘gustosa’, come ha scritto papa Francesco nel messaggio quaresimale: “La Quaresima è il momento favorevole per intensificare la vita dello spirito attraverso i santi mezzi che la Chiesa ci offre: il digiuno, la preghiera e l’elemosina. Alla base di tutto c’è la Parola di Dio, che in questo tempo siamo invitati ad ascoltare e meditare con maggiore assiduità”. 
Il papa, commentando la parabola lucana di Lazzaro, esorta a comprendere, per ben due volte, che la Parola è un dono che Dio offre all’umanità assetata di verità, attraverso l’invito a valorizzare il tempo favorevole: “Cari fratelli e sorelle, la Quaresima è il tempo favorevole per rinnovarsi nell’incontro con Cristo vivo nella sua Parola, nei Sacramenti e nel prossimo. Il Signore, che nei quaranta giorni trascorsi nel deserto ha vinto gli inganni del Tentatore, ci indica il cammino da seguire. Lo Spirito Santo ci guidi a compiere un vero cammino di conversione, per riscoprire il dono della Parola di Dio, essere purificati dal peccato che ci acceca e servire Cristo presente nei fratelli bisognosi”.

venerdì 17 febbraio 2017

Aria nuova in A.C.

Nominato il Presidente Diocesano per il triennio 2017/2020!


Dopo l'assemblea della scorsa domenica 12 febbraio alla domus San Giuliano, con grande tempestività il vescovo Nazareno Marconi ha nominato il nuovo Presidente Diocesano di Azione Cattolica di Macerata, scegliendo tra la terna di nominativi indicati dal consiglio diocesano appena eletto.
Si tratta di Francesco Garbuglia dell'associazione parrocchiale San Francesco di Recanati.
Nato il 13 ottobre 1989 è attualmente impegnato come ricercatore presso la facoltà di ingegneria meccanica dell'Università Politecnica delle Marche.
Da sempre attivissimo nell'associazione, ha già ricoperto, nonostante la sua giovane età, diversi importanti incarichi, tra cui, da ultimo, quello di responsabile diocesano dell'Azione Cattolica dei Ragazzi nel triennio 2011/2014.
Il bel clima di novità e fraterna condivisione, emerso dai lavori assembleari, sembra aver così trovato la sua manifestazione più evidente, come ha voluto rimarcare mons. Marconi nella lettera di nomina con parole di incoraggiamento e vicinanza che hanno tutto uno speciale sapore programmatico "... non temere di affrontare con coraggio ed inventiva questo servizio che abbiamo davanti".
Grazie Francesco e buon lavoro a te e a tutta l'associazione!

domenica 12 febbraio 2017

In cammino!

Conclusa la XVI assemblea diocesana.

Si è da poco conclusa la XVI assemblea diocesana elettiva di Azione Cattolica. 
Non uno sterile esercizio di democrazia rappresentativa ma la riaffermazione della piena validità di quella scelta democratica che, insieme alla scelta religiosa, l'associazione che fu del presidente Vittorio Bachelet, di cui oggi, in quello che non può certo essere un caso, ricorre l'anniversario della morte per mano delle brigate rosse, scelse come propri pilastri all'indomani del Concilio.
Tutto sempre nel clima fraterno che si può respirare solo nelle famiglie, in cui si può festeggiare il compleanno del vescovo con una torta di compleanno e gli auguri cantati intorno ad una tavola apparecchiata, esprimendo tutta la gratitudine per quanti, a cominciare dal presidente diocesano uscente, Roberto Serrani, hanno custodito questo dono per tutta la comunità ecclesiale e civile diocesana.
Questi i nomi dei nuovi consiglieri:
Settore ADULTI - Baroncia Simone, Canullo Federico, Cetraro Marco, Monteverde Antonella, Pistilli Anna, Rinaldi Marina;
Settore GIOVANI: Biagioli Emanuele, Carcia Ludovica, Cimarelli Irene, Garbuglia Francesco, Maccari Maria Cristina, Tacconi Roberta;
ACR: Angelelli Daniele, Garbuglia Caterina, Spreca Lucia, Palermo Matteo, Tarulli Maria Chiara, Tarducci Elisa.
A tutti buon cammino!!

lunedì 6 febbraio 2017

Oggi serve la speranza

L'incontro con il presidente nazionale Matteo Truffelli a Tolentino
di Roberto Serrani

Carissimi,
ricominciare, senza perdere la capacità di sognare, sognare il riprendersi, avere il coraggio di sognare una volta in più. Queste sono le cose che più hanno toccato il cuore delle due testimonianze, e per questo ho voluto prendere le vostre parole per farle mie, perché nella vostra situazione il peggio che si può fare è fare un sermone, il peggio”: così si è espresso papa Francesco nell’udienza del 5 gennaio alle popolazioni colpite dal sisma.
A distanza di un mese dalle parole del Papa il presidente nazionale dell’Azione Cattolica Italiana, Matteo Truffelli, accogliendo un invito fatto dall’AC diocesana, accompagnato da altri membri della presidenza nazionale verrà in visita nelle nostre zone, così fortemente colpite dal terremoto. Sarà un momento di incontro, di ascolto della testimonianza di chi ha visto sconvolta la propria quotidianità e di speranza, alla luce della fede.
L'appuntamento è previsto per giovedì 9 febbraio alle ore 19.30 presso la parrocchia ‘Santa Famiglia’ di Tolentino, per permettere alla delegazione di proseguire, alle 21.00, alla volta di Castelraimondo, per incontrare anche gli amici dell'arcidiocesi di Camerino-San Severino. Tolentino è stata scelta perché è la città della nostra diocesi maggiormente colpita dal terremoto del 30 ottobre scorso e la visita è un omaggio a chi, nonostante le difficoltà, non si è arreso davanti alla ‘catastrofe’ e continua a nutrire speranza, in quanto ‘circondati dalla gioia’. Infatti, l’Azione Cattolica ha promosso alcuni gemellaggi e proprio la parrocchia ‘Santa Famiglia’ è stata protagonista, in occasione dell'assemblea parrocchiale, di un incontro con l’AC di Cassano d’Adda.
Già precedentemente il presidente Truffelli aveva affermato: “Misericordia è anche desiderio di essere misericordiosi, di aprire il nostro cuore alla vita delle persone, di farci vicini alla vita di ciascuno, di chi ci è accanto… Misericordia è essere consapevoli che le grandi questioni, i grandi problemi, che sembrano passarci sopra la testa, in realtà non ci passano sopra la testa, ma hanno volti, nomi, storie concrete, che sono storie di persone che vivono anche accanto a noi, nelle nostre strade, nei nostri quartieri, nelle nostre città”.
E' un bel gesto di attenzione e chiediamo a quanti possono di essere presenti non solo per accogliere gli ospiti ma soprattutto per essere vicini a quanti si trovano in difficoltà.
Non possiamo mancare.
La presidenza diocesana di Azione Cattolica